Un piccolo Cookie? nomadsister_logo

Presso NomadSister, ci impegniamo a proteggere la privacy dei nostri utenti.

Ci impegniamo a proteggere le informazioni personali che condividi con noi quando utilizzi il nostro sito.

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e personalizzare i contenuti che ti presentiamo.

Tuttavia, non condividiamo mai le tue informazioni con terze parti senza il tuo consenso preventivo.

Va bene per te?

Puoi specificare qui quali cookie accetti:

ga_logo
Google Analytics
Consente di misurare il traffico sul sito
No grazie
Scelgo
Accetto tutto
Indietro
Accetto tutto
Fine

Come superare la timidezza in un viaggio in solitaria

article-photo-785

Come te, un tempo, anche io avevo difficoltà a viaggiare in solitaria a causa del mio carattere riservato, mi ci sono voluti anni, viaggi ed esperienza per sbloccarmi ma ci sono finalmente riuscita! Voglio aiutarti a capire come superare la timidezza con questi semplici ma utili consigli!

 

Come superare la timidezza in un viaggio in solitaria

 

1. Inizia con poco, fai domande, chiacchiera

Lo so, essere una timida viaggiatrice in solitaria è già un'esperienza scoraggiante e spaventosa, figuriamoci andare al ristorante da sola! Credimi, ci sono passata. La prima volta è sempre difficile (persino imbarazzante nel mio caso). Certo, è vero che si possono mangiare i panini del supermercato quando si ha un budget limitato, ma prima o poi bisogna provare un piatto locale in un ristorante. Sarai sorpresa di quanto le persone del locale siano desiderose di fare una chiacchierata! Quindi prendi coraggio e scopri come superare la timidezza.

Spesso mi capita di chiedere in albergo o in ostello l'indirizzo di un ristorante locale non per turisti. Ci vado subito dopo l'orario di punta (quando i camerieri sono meno impegnati) e chiedo di sedermi vicino alla finestra. Colgo ogni occasione per chiacchierare, ad esempio, quando vengono a prendere l'ordinazione chiedo: "Qual è il TUO piatto preferito?”. Oppure quando mi chiedono se va tutto bene rispondo: "Questo piatto è davvero buono, come si chiama?". Quando mi portano il conto, con curiosità chiedo: "È la prima volta che vengo qui, cosa mi consigli di visitare?", "Può scrivermelo?", "Sai se c'è qualche evento in città stasera?". Con mia grande sorpresa, mi hanno spesso dato consigli da parte della gente del posto e mi hanno persino offerto i loro recapiti in caso di problemi!

Naturalmente, puoi chiacchierare ovunque, come nei bar (chiedi da dove vengono i chicchi di caffè, per esempio), nei locali (chiedi ai baristi il nome della canzone che stanno suonando), nei negozi (puoi chiedere ai negozianti quale sarebbe un regalo speciale)... ecc, puoi iniziare con poco! Ce ne sono di soluzioni su come superare la timidezza, prova ad essere curiosa e creativa (ed evitare i luoghi troppo turistici, dove i dipendenti sono troppo occupati per prestarti attenzione). Gli abitanti del luogo sono più che felici di chiacchierare con te quando dimostri di essere interessata a loro e di apprezzare l’aiuto che ti danno.

2. Soggiorna da un abitante del posto

Se è possibile, è meglio alloggiare presso un abitante del luogo, altrimenti in un ostello. La buona notizia è che non tutti sono timidi oppure hanno già scoperto come superare la timidezza. Sicuramente le persone si avvicineranno a parlare con te. Cogli l'occasione e fai domande dopo aver risposto alle loro! Prima o poi ti sentirai più a tuo agio con gli estranei.

3. Un taccuino e una penna sono sempre un buon modo per rompere il ghiaccio.

Non ho mai viaggiato senza un taccuino e una penna in borsa. Non dubito che i cellulari siano più efficienti ed essenziali per i viaggiatori, ma c'è qualcosa in un taccuino e in una penna a cui non riesco a resistere: il "tocco personale"! Come si fa a rompere il ghiaccio con un taccuino e una penna nella borsa? Beh, ci sono diversi modi! Nel mio caso, ogni volta che chiedo informazioni alle persone, chiedo loro di scriverle o disegnarle. Poi dico loro che questo quaderno è magico e che mi porta fortuna. Le persone si incuriosiscono sempre molto e mi chiedono il perché, e allora dico loro che raccolgo appunti di persone che ho incontrato in tutto il mondo e che per me è uno strumento su come superare la timidezza. Ad ogni viaggio si riempie ed è come se il taccuino prendesse vita con queste bellissime scritte e ricordi. Spesso le persone che incontro vogliono scrivere sul quaderno una frase come piccolo "contributo", il che li porta a raccontarmi delle loro storie di viaggio...

4. E se ti perdi?

Naturalmente, non puoi fermare a caso chiunque ti passi accanto e chiedere indicazioni. Osserva le persone e ferma chi non sembra aver fretta (potresti giudicare dalla velocità della camminata o dal linguaggio del corpo o espressione facciale) e, soprattutto, chi sembra abitare nelle vicinanze. Si può sempre iniziare con il classico: "Scusi, sa come posso arrivare qui?", e se la persona risponde con gentilezza, si può continuare: "è la prima volta che visito questa città, lei vive qui? Potresti suggerirmi qualche bel posto qui vicino per passare il pomeriggio/sera?". Forse, non si sa mai, sarai invitata a condividere una tazza di caffè dove lui o lei stava andando! Imparo a conoscere le persone e, allo stesso tempo come superare la timidezza!

5. Fa' complimenti

Questo richiede molta pratica per le persone timide, ma è molto gratificante! Potresti iniziare a prestare più attenzione alle persone che ti circondano: magari c'è una signora con un bel cappello seduta accanto a te nel parco oppure un giovane studente con una borsa stravagante seduto accanto a te in un bar. "Wow! Scusa ma non posso fare a meno di notare il tuo ____ (qualsiasi cosa abbia attirato la tua attenzione)! Dove l'hai comprato?” Potresti estendere la conversazione chiedendo "Vorrei comprare qualcosa di simile, dove mi consigli di andare?

6. Camminare di più

I trasporti pubblici sono ottimi, ma a piedi è più probabile parlare con la gente del posto. In particolare, puoi esplorare i mercati locali o i parchi. Si possono assaggiare tutti i tipi di erbe locali, i dolci, chiedere consigli o anche chiedere di unirsi al tavolo di qualcuno (se ce n'è uno) o alla panchina per un pranzo o uno spuntino. 

7. Eventi e gruppi di attività

Questo potrebbe essere ovvio per chi cerca modi su come superare la timidezza, ma molte ragazze timide (come me molti anni fa) a volte sentivano l'ansia di andare agli eventi da sole. Ecco perché ti consiglio di cercare gli eventi locali sui social media o sui forum di viaggio dove puoi vedere i partecipanti. Di solito è possibile postare sulla pagina dell'evento. Se trovi eventi a cui vuoi partecipare ma non vuoi andarci da sola, puoi semplicemente chiedere a qualcuno di accompagnarti. 

In alternativa, unisciti a un gruppo di attività. Che si tratti di esplorare la città in Segway o di ballare la salsa, incontrerai sicuramente persone con cui potrai facilmente intavolare una conversazione, dato che condividerete già la stessa passione! 

8. Prenota una gita di un giorno con un'agenzia

Se hai un po' di soldi e di tempo a disposizione, prenota una gita di un giorno con un'agenzia di viaggi che offra tour con un piccolo gruppo di persone! No, non si tratta di quei bus turistici stile "Hop On, Hop Off", ma di un tour culturale approfondito a tema (degustazione di vini, gastronomia, canoa, escursioni, ecc.). 

I vantaggi di questo tipo di tour per piccoli gruppi sono che di solito c'è una navetta o un'auto privata che trasporta tutti i partecipanti, il che significa che sarete seduti con lo stesso gruppo di persone per tutta la durata del tour! 

Viaggiare in un piccolo gruppo è meno intimidatorio che in un gruppo numeroso, perché si passa più tempo a parlare con i compagni di viaggio e ci si sente subito a proprio agio perché si è in un ambiente piuttosto "amichevole". Passerete il tempo facendo le stesse attività che piacciono a tutti, il che rappresenta un ottimo terreno comune per iniziare una conversazione interessante! 

Alla fine della giornata sarai così ispirata da voler condividere i tuoi pensieri sulla visita e potresti anche trovare persone così gentili da invitarti a bere qualcosa! 

Spero che questi piccoli consigli ti siano utili la prossima volta che viaggerai da sola! Se hai dei consigli personali su come superare la timidezza, condividili qui sotto!


Traduzione dal francese a cura di Luca Rullo.
 

VIAGGIO| STILE DI VITA| AVVENTURA
profile-photo-5

L’equipe della redazione:

Grandi viaggiatrici o donne che osano l’avventura per la prima volta, l’intera redazione di NomadSister ama viaggiare e vuole mettere a vostra disposizione la sua esperienza per consigliarvi al meglio e aiutarvi, anche attraverso queste note così da potervi donare un nuovo paio d’ali.

Chi siamo?

Articoli consigliati